Uno speedtest per rete fissa e mobile come strumento di risparmio

By | gennaio 7, 2016

Lo speedtest è una misura che consente di valutare l’effettiva velocità di una connessione xDSL.

Ad oggi, le compagnie di telecomunicazioni consentono di effettuare una prova di velocità sui loro siti ufficiali conseguentemente all’attivazione di un abbonamento a internet, ma sono molti anche i siti collaterali come Ookla, SOSTariffe o AGCOM, che permettono di offrire una stima delle prestazioni delle connessioni tramite tradizionale doppino in rame, per consentire agli user internet di conoscere le caratteristiche del servizio offerto, e scegliere così il provider che garantisce migliori performance nella zona.

Cosa sono le xDSL

Con il nome di Digital Subscriber Line s’intende un pacchetto di tecnologie in grado di trasmettere un flusso di dati digitale attraverso l’ultimo miglio, realizzato con cavo in rame, della linea telefonica.

La maggior parte delle connessioni a internet presenti al mondo sfrutta infatti la tradizionale rete voce anche per l’invio di pacchetti di dati, un servizio che grazie all’arrivo dell’ADSL (Asymmetrical Digital Subscriber Line) può oggi essere effettuato in contemporanea.

La x davanti all’acronimo DSL rappresenta tutte le molteplici connessioni che si basano su questo tipo di tecnologia: come l’ADSL+ e l’ADSL2+, la High Data Rate Digital Subscriber Line (HDSL), la Symmetric Digital Subscriber Line (SDSL), e la VDSL (Very-high-bit-rate Digital Subscriber Line).

Da che cosa dipende la velocità di connessione

Naturalmente, l’uso dell’ultimo miglio in rame rallenta di molto la ricezione delle informazioni, rispetto ad esempio a tecnologie più avanzate come la fibra ottica. Ciò significa che la velocità dell’ADSL può essere influenzata da diversi fattori, che spesso hanno poco o nulla a che fare con le prestazioni dell’operatore. SpeedTest

È necessario infatti considerare che il traffico è sicuramente più fitto nelle ore serali e nei weekend, che se vi sono più utenti collegati alla stessa rete, la connessione subisce un rallentamento; ma spesso, anche la versione datata di un browser può determinare la velocità con cui si aprono le pagine internet. Stesso discorso anche per le configurazioni, sia del sistema software che hardware, ad esempio di pc o modem, nonché di avverse condizioni climatiche, principale causa di interferenze.

Per uno speedtest attendibile

Affinché i risultati siano attendibili, bisogna evitare trasferimenti di file da e verso altri computer previa attivazione dello speedtest, bloccare tutte le eventuali procedure di aggiornamento del sistema operativo e non utilizzare programmi che sfruttino la connessione (come gli FTP, i P2P e i mail client) per effettuare lo scambio di dati.

Stesso discorso anche per quanto riguarda alcune protezioni specifiche, caratteristiche dei firewall e di alcuni antivirus, che abbiano il compito di effettuare controlli sui collegamenti in entrata e in uscita.

Speedtest per mobile

Società come Ookla e marchi come iTunes consentono inoltre di effettuare test di velocità anche sulla propria connessione mobile. Il programma funziona in automatico come quello dedicato alle valutazioni per pc: l’unica differenza sta nel fatto che comunemente, le compagnie che offrono speedtest online permettono di effettuare la verifica semplicemente aprendo una pagina internet apposita, mentre nel caso dei dispositivi mobili, è necessario scaricare una app e poi lanciarla.